Come fare lead generation: guida pratica per il marketing di aziende e freelance

che cosa è un brand

Yogi | consulente di comunicazione | nomade digitale

Sviluppo idee creative per aiutare brand e destinazioni a trovare clienti grazie a contenuti web mentre gestisco male la mia dipendenza da viaggi e caffeina.

Come si fa lead generation?

E perché è indispensabile che tu riesca a padroneggiarla per la tua attività? 

Partiamo dal capire che cosa significa lead generation.

La lead generation indica tutte le azioni di marketing che aziende e freelance mettono in pratica per acquisire contatti (oggi principalmente indirizzi email) di clienti potenziali, in seguito inseriti in un funnel di conversione (cioè in un processo che li porta all’acquisto).

Un lead, ovvero un contatto, non è altro che un utente che ha dimostrato interesse per i nostri servizi e ha scelto di lasciarci i suoi recapiti in cambio di un certo beneficio (ricevere la nostra newsletter, scaricare un freebie o un e-book, accedere a un video corso gratuito). 

Collezionare liste di contatti è alla base di ogni buona strategia di marketing digitale

Io sono Silvia, consulente di marketing online e oggi cercherò di spiegarti in modo chiaro e semplice come fare lead generation, collezionare contatti e trasformarli in clienti potenziali.

Con questo blog e attraverso il mio profilo Instagram parlo di marketing per freelance e nomadismo digitale. Ci seguiamo?

Come si fa lead generation

Puoi fare lead generation attraverso molti strumenti, per esempio utilizzando i social media e in generale l’inbound marketing, oppure attraverso campagne a pagamento come Facebook o Google Ads.

In tutti questi casi però, serve individuare il bisogno del nostro cliente potenziale e creare un contenuto di valore che lo aiuti a raggiungere il suo obiettivo specifico.

Se scegli di usare un lead magnet (come un e-book, un video corso gratuito, o un webinar), chiederai all’utente di lasciarti il suo recapito per poterlo scaricare gratuitamente. 

In alternativa, puoi invitare l’utente a iscriversi alla tua newsletter per ricevere risorse aggiuntive e approfondimenti.

In ogni caso, la raccolta del contatto avviene attraverso uno scambio.

Per creare una campagna di lead generation serve padroneggiare diversi strumenti di marketing, sia nel caso in cui tu scelga di creare degli annunci a pagamento, sia nell’ipotesi in cui opti per l’inbound marketing (social media marketing, blogging, podcast etc).

I contenuti creati devono essere attrattivi e proposti attraverso un messaggio chiaro e accattivante.

Per creare una campagna efficace, serve avere un’ottima padronanza delle tecniche di copywriting oltre che della gestione dei tools di advertising. 

Se non ne hai mai creata una, ti consiglio di appoggiarti a una consulenza per testarne l’efficacia pre-partenza ed evitare di sprecare risorse.

Per fare chiarezza, vediamo degli esempi di lead generation.

Lead generation: esempi

Ma in pratica, come si raccolgono i contatti?

Ecco tre esempi: 

  • un e-book da scaricare in cambio dell’iscrizione alla propria newsletter – veicolato tramite un post di Instagram ai propri follower 
  • un annuncio su Facebook che ha come obiettivo della campagna l’acquisizione del lead. Anche in questo caso si invita l’utente a lasciarci il contatto in cambio di qualcosa (l’accesso a un corso gratuito, un workbook, l’iscrizione a una newsletter etc)
  • una call to action strategica all’interno di un blog post dove si invita il lettore a iscriversi alla newsletter in cambio di un contenuto gratuito

Come impostare il funnel, (cioè il percorso attraverso il quale entrare in contatto con gli utenti al fine di trasformarli in leads), dipende dalla conoscenza del tuo target. 

Per esempio se il tuo cliente ideale usa Instagram sceglierai di essere su questa piattaforma; se usa Facebook farai lo stesso e via dicendo.

I canali ai quali mi riferisco sopra sono solo degli esempi e non esauriscono le innumerevoli possibilità che hai per entrare in contatto con i tuoi clienti potenziali.

Puoi fare lead generation anche offline, per esempio partecipando a fiere di settore.

Quali sono i benefici della lead generation?

Perché dovresti fare lead generation?

Collezionare contatti interessati alla tua offerta e nutrirli con contenuti di valore è una strategia di promozione potentissima. 

Una lista di lettori affezionati al tuo brand può essere la customer base per il lancio di un nuovo prodotto, può testare un tuo servizio che dev’essere perfezionato e lasciarti una recensione (che ti aiuterà a trovare nuovi acquirenti) e può ovviamente acquistare i tuoi servizi.

 

Chiaramente per far crescere una lista contatti non basta limitarsi all’advertising o alla creazione del lead magnet sui social media

I contatti raccolti vanno nutriti coltivando fiducia e relazioni di valore attraverso una strategia di email marketing accurata e funzionale.

Spero adesso che il concetto di lead generation sia più chiaro e che tu riesca a inserirlo nella tua strategia di marketing.

Come sempre ti aspetto per rispondere ai tuoi dubbi o domande!

un abbraccio,

Silvi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SILVIA

Yogi, consulente di comunicazione, nomade digitale.

Sviluppo idee creative per aiutare brand e destinazioni a trovare clienti grazie a contenuti web mentre gestisco male la mia dipendenza da viaggi e caffeina.

Formazione 1:1 & consulenze

Il mio più grande obiettivo è aiutarti a far crescere il tuo progetto, passarti la mia competenza e farti procedere in autonomia. Lavoriamo insieme!

Guide & Workbook

Per freelance che devono avviare il loro progetto digitale da zero, proprio come ho fatto io. Le trovi qui!