7 consigli per cominciare a lavorare nel digitale

che cosa è un brand

Yogi | consulente di comunicazione | nomade digitale

Sviluppo idee creative per aiutare brand e destinazioni a trovare clienti grazie a contenuti web mentre gestisco male la mia dipendenza da viaggi e caffeina.

Come cominciare a lavorare nel digitale?

Questa è la domanda che ricevo più spesso in consulenza ma anche ogni volta in cui torno a Volterra (il mio paese di origine in Toscana), dove conoscenti e amici più stretti vedono che ce l’ho fatta

Lavoro interamente online, solo e grazie al mio lavoro autonomo e negli ultimi mesi ho decisamente viaggiato tantissimo: Rwanda, Uganda, Mozambico, poi di nuovo Italia e col mio camper Spagna, Portogallo.

In questo articolo voglio darti 7 consigli per iniziare una professione digitale e provare così a rispondere ad alcune delle domande più comuni sul mondo del web e sulle professioni da remoto.

Cosa serve per lavorare nel digitale?

In via estremamente generale, per lavorare nel web serve almeno un computer e una connessione internet. 

Diciamo che senza questo il lavoro digitale lo puoi dimenticare. 

Ironia a parte, le professioni digitali sono le più disparate. 

Esistono tantissimi lavori da dipendente che si possono fare da remoto. 

Qui oggi ti parlo di sette consigli per avviare il tuo business online partendo dal presupposto che sia il tuo lavoro autonomo. 

7 consigli per lavorare nel digitale

web writing per social media

1. Crea un forte personal brand

Senza una brand identity chiara farai molta fatica ad affermarti nel web. Quindi cura ogni aspetto del tuo personal brand e non avere paura di metterci la faccia, come si dice. 

Esporsi personalmente infonde fiducia in chi ascolta, ed è una strategia molto più efficace di qualsiasi altra.

2. Sviluppa e prenditi cura del tuo sito web

I social media vanno e vengono, sono importantissimi per accrescere la cerchia dei tuoi contatti, ma niente più di un sito web racconta chi sei, qual è la tua esperienza, le tue competenze e i tuoi valori. 

Crea il tuo sito web, prenditi cura di un blog dove parli della tua expertise, delle tue passioni. Il sito web ti rende autorevole anche agli occhi dei recruiter se vuoi lavorare come dipendente.

3. Fai networking

Usa i social media a tuo vantaggio per instaurare relazioni con persone che lavorano nel tuo stesso settore, o in settori affini. Fai amicizia e prediligi sempre uno scambio aperto. Ti stupirai di quanta passione e intraprendenza possono scaturire dal contatto con gli altri. 

4. Prenditi cura di chi ti ha già dato fiducia 

Se hai già avviato delle collaborazioni, dimostrati disponibile con questi clienti. 

Sono stati proprio i miei primi clienti a portarne di nuovi e a supportare la mia nuova offerta quando ho proposto servizi alternativi. 

5. Non vergognarti: chiedi recensioni

Soprattutto se sei all’inizio, proponi servizi gratuiti in cambio di recensione. Niente ti aiuta a crescere quanto il feedback positivo di un cliente passato. 

Chiedi recensioni ai tuoi clienti e ricordati di pubblicarle sul tuo sito e sui tuoi social.

6. Sviluppa una solida strategia di content marketing

Sii presente e costante con le pubblicazioni sui canali in cui hai deciso di posizionarti. Ascolta i dubbi e le domande della tua audience e dagli risposta con il tuo marketing. 

Non risparmiarti, dai valore e otterrai fiducia. Per lavorare bene al tuo marketing personale è essenziale che tu riesca a padroneggiare il copywriting. Ovvero la capacità di scrivere ed elaborare contenuti digitali capaci di attrarre persone interessate ai tuoi servizi e disposte ad acquistare da te.

7. Studia, aggiorna le tue competenze, lavora sul tuo mindset

Il mercato digitale è in continua evoluzione; per lavorare online serve tenersi al passo con l’avanzamento tecnologico e lo sviluppo di nuovi trend. Ma ancor di più è importante mantenere una mente aperta e pronta ad accogliere. 

Il mercato digitale per liberi professionisti può essere sfidante, ma è anche un’opportunità di crescita senza precedenti. 

Cosa studiare per lavorare online

cominciare a lavorare nel digitale

Dipende. Qual è la professione che vuoi svolgere online?

Se sei un libero professionista (qui ricadono psicologi, consulenti di ogni genere, grafici, traduttori etc) certamente dovrai avere almeno delle basi di digital marketing per imparare a promuoverti. 

Puoi scegliere di cominciare a studiare partendo da zero con uno dei tantissimi corsi che trovi in rete, oppure affidarti a un consulente che ti aiuti a creare una strategia di posizionamento digitale. 

Se invece cerchi lavoro in azienda ti consiglio di chiederti quali sono le professioni digitali più ricercate e indirizzare la tua formazione su queste. 

Hai tantissime possibilità e sebbene ritenga che lavorare al proprio personal brand sia sempre preferibile anche quando si è dipendenti, in questo secondo caso non devi per forza preoccuparti del marketing (e di tutto quello che riguarda il lavoro autonomo).

Ma quali sono i lavori più richiesti online?

cominciare a lavorare online

Sono moltissimi benché questa realtà fatichi ancora ad affermarsi in Italia. 

Da content creators a copywriter, traduttori, insegnanti delle più svariate materie, programmatori, developer, Seo specialist, esperti in advertising, sono solo alcune delle tantissime professioni più richieste da svolgere completamente da remoto. 

Se vuoi lavorare online hai infinite possibilità. 

Se vuoi avviare un’attività tua questo articolo potrebbe esserti utile: come avviare un business online da zero

Spero che questi consigli ti siano utili e ti aspetto con dubbi e domande se ne hai.

Un abbraccio, 

Silvi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SILVIA

Yogi, consulente di comunicazione, nomade digitale.

Sviluppo idee creative per aiutare brand e destinazioni a trovare clienti grazie a contenuti web mentre gestisco male la mia dipendenza da viaggi e caffeina.